FLORIANA BLANCO SENZA
Pubblicato da

FLORIANA BLANCO SENZA “TROPPI” VELI

Fotomodella professionista dal 2002 per generi fotografici di ritratto, make up, lavori d’arte, nudo, glamour, toys, erotico, playboy style, pin up, fetish, bondage e tutto ciò che la fantasia mi propone”. Floriana Blanco, in arte Didì Love, si presenta così sulla sua pagina internet.

Foto di Marcello Bocchieri

Di se stessa dice: “Sono una persona molto spontanea, libera da pregiudizi e molto versatile, trasformista e creativa, mi piace ricercare idee insieme e conoscere gente simpatica e fantasiosa perchè prima di tutto, per una buona immagine, ci vuole passione e rispetto, oltre che lavoro”. Nel salotto di casa c’è anche il palo della lap dance ed un arredamento ricercato, come in cucina, in perfetto stile “burtoniano”. Floriana si racconta senza troppi veli, parla della sua esperienza, del suo lavoro, della sua famiglia. Sul tavolo il numero di giugno di Play Boy, con delle sue bellissime foto. Seduta sullo sgabello, appoggiata sull’isola della cucina, si racconta. “Io ho due vite – spiega -. Una vita normale, come tutti. Lavoro part time, presso uno studio medico. Poi mi occupo di fotografie un pò erotiche: dal nudo al ritratto. Ma anche in movimento, nei locali”. Quando è nata questa passione? “E’ stata sempre presente, fin da quando ero piccola. Sinceramente non so quando è iniziata. Il primo servizio fotografico è stato nel 2002, in uno chalet, con un fotografo palermitano. Ma sin da bambina avevo sempre la macchina fotografica appresso. Già con le amiche facevamo foto anche con indosso solo l’intimo. Poi questa passione è diventata una professione. Dopo qualche anno ho fatto anche i video, non ancora pubblicati, ma li ho fatti. Video erotici, ma anche backstage. Mi piace lo stile anche un pò sperimentale.A me piace provare di tutto, se trovo le persone giuste mi lascio andare”.

Come hanno preso, in famiglia, questa tua scelta? “Io ho vissuto con mia mamma e mia nonna. Mia mamma era piccola, non aveva molta influenza su di me. Sono cresciuta molto libera, senza pressioni. Io non le ho detto nulla, poi col tempo ho iniziato a chiedere: mamma ti piace questa foto? Oggi non c’è bisogno di parlare, ci capiamo solo con lo sguardo con lei. Ed ora è felicissima. Se le cose si fanno con passione e naturalezza non c’è da nascondersi”.

Quali limiti ti sei posta? “Il confine dipende dalla personalità, dai valori. Io ho detto di no al porno, al contatto fisico. Però mi piace mantenere quel confine labile”.

E tuo marito, cosa ne pensa? “Mio marito è contento, mi ha conosciuto che già lo facevo. Mi ha sostenuta. Io sono gelosa, e lui pure. Se c’è qualcosa che magari dà fastidio, si litiga, si mettono le cose in chiaro, ed è tutto finito. Stiamo insieme da circa dieci anni, da un paio siamo sposati. Per certi versi mi ha dato il limite anche lui. Quando ero più piccola ero un pò fuori di testa, andavo contro tutti.Vivevo un forte senso di ribellione, volevo stare al centro dell’attenzione, provocavo pesantemente”. Oggi Floriana ha una bimba di quasi cinque anni, nei suoi confronti è attenta, la segue ovunque. Capisce di cosa ti occupi? “Sì, lei è felicissima. I bambini hanno innato questo senso di libertà, siamo noi che poi li freniamo. Mica dico che dobbiamo uscire nudi, ma ci vuole questo senso di libertà”.

Ma torniamo un pò a te, non c’è un pò di narcisismo nella tua attività? “Certo – risponde -, è normale. Ma ce l’abbiamo tutti. Ci sono giornate in cui mi dico: vabbè dai lasciamo scorrere, magari succederà che invecchio e pazienza. In altre giornate vado in depressione totale per la paura che possa smettere di fare questa cosa perchè il corpo cede prima o poi, è normale. Ho fatto tantissimo per arrivare fin qui, ho avuto tanti complessi sul mio corpo, da piccolina non mi piacevo, indossavo maglioni lunghi. Ero più magra, senza seno”.

Dopo il parto un ritocco proprio al seno, ma il viso non si tocca. “Non vorrei mai toccarlo, nemmeno quando sarò più grande. Perchè è la tua carta d’identità”. Una strada non facile, quella scelta da Floriana. Innanzitutto per il pregiudizio della gente. “Ne ho sentite tante: una persona di facili costumi, troppo debole, fragile, si deve mettere al centro dell’attenzione. La gente non capisce e vuole solo giudicare. Ma nonostante tutto io ho scelto di rimanere a vivere qui. Anche perchè poi la gente quando ti conosce bene, cambia il proprio atteggiamento. Alcune mi chiedono anche consigli su come vestirsi o truccarsi”.

Un mondo non facile quello per il quale lavora. E nonostante i “patti chiari”, le proposte che vanno “oltre” gli scatti non mancano. “A volte ho lasciato perdere, mesi interi. Perchè la gente non capisce. Se ricevi proposte un pò spinte, spieghi, e lasci perdere. Succede spesso, con fotografi professionisti e non”.

Ci sono anche sacrifici da fare, la dieta, ma non quando è in viaggio. “Per questo – risponde sorridendo – voglio sempre viaggiare. Vorrei andare in Giappone, negli Stati Uniti, in diversi Paesi europei”.

Bellezza e fascino, che non colpiscono solo gli uomini. Qualche donna si è mai invaghita di te? “Sì, è capitato. Io non ho nessun tipo di chiusura mentale riguardo a questo. Ho avuto anche esperienze con donne, sono davvero libera. All’inizio non essendo coppia stabile, abbiamo fatto esperienze diverse con mio marito. Ma si cresce come coppia: abbiamo fatto tante conoscenze, ma poi si decide di creare qualcosa di stabile e di unico. Abbiamo anche una figlia. Ognuno di noi è fatto per i sentimenti. E sì, puoi avere avuto delle esperienze, ma poi decidi di dedicarti a quella persona alla quale sei legata. E mantieni quel rapporto”.

0 0 2545 08 agosto, 2012 People agosto 8, 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.